"Città del Bio" è l`associazione che unisce i Comuni e le Regioni che condividono la scelta di promuovere l`agricoltura biologica, intesa non solo nella sua accezione di "modello colturale", ma soprattutto di "progetto culturale". L’agricoltura biologica rappresenta infatti un modello di crescita economica attento alla conservazione delle risorse, alla compatibilità ambientale e alla valorizzazione delle differenze locali. E’ oggi un’opportunità che coinvolge non solo la produzione agricola, ma anche altri settori, come le attività di trasformazione  agroalimentare, la ristorazione, l’ospitalità, il settore tessile, il settore della cosmesi e dell’igiene personale e ambientale, la bioarchitettura e la bioedilizia. E’ il riferimento da cui partire per costruire un modello di economia finalmente sostenibile.

Città del Bio promuove i territori. Il territorio è lo spazio abitato da una comunità, con la sua identità e i suoi saperi, le attività economiche, le unità amministrative. E’ un fitto tessuto nel quale si intrecciano l’ambiente e il paesaggio, l’agricoltura, le attività produttive e terziarie, dinamiche urbane, fattori culturali e identitari. I territori sono i protagonisti nel favorire la nascita delle migliori esperienze imprenditoriali, espressione di una “green economy” sempre più concreta, a partire proprio dal mondo dell’agroalimentare.

Città del Bio promuove il diritto al cibo, un cibo sano, buono e pulito. Il cibo può essere la leva da utilizzare per costruire un processo di sostenibilità complessiva. Se ciascuno di noi sceglie in maniera responsabile un cibo buono e biologico dà il suo contributo positivo per affrontare le sfide che investono i nostri territori. Una corretta educazione alimentare è uno degli obiettivi delle Città del Bio.

Città del Bio promuove il rispetto della stagionalità dei prodotti perché essi posseggono un contenuto vitaminico maggiore di quelli prodotti in serra e, utilizzando i ritmi naturali di accrescimento, necessitano di minor energia di produzione e di un uso inferiore di pesticidi e fertilizzanti chimici

Città del Bio promuove l’utilizzo dei prodotti del territorio perché il cibo che non viene coltivato, allevato o trattato con metodi che ne consentano un lungo viaggio verso il consumatore, possiede miglior sapore, costa meno al consumatore e produce un minore impatto ecologico.

Città del Bio promuove la costituzione dei Biodistretti, territori intesi come comunità locali, che promuovono un diverso modello di sviluppo in cui la tutela dell’ambiente, del paesaggio, della salute di tutti gli esseri viventi, la valorizzazione delle tradizioni e dei beni culturali e il “ben vivere” diventano valori condivisi e sistematicamente perseguiti.