Il nocciolo è da sempre coltivato sul territorio del biodistretto, prima in aree più ristrette e impervie con la raccolta manuale del prodotto, oggi in appezzamenti specifici ben ordinati al fine di agevolare le operazioni colturali necessarie, non ultima la raccolta meccanica. La varietà autoctona coltivata è la Tonda Gentile delle Langhe trilobata.

Da sempre la castagna ha rappresentato un alimento base delle famiglie locali, consumata sia fresca che essiccata: le castagne “Bianche”, costituite dal frutto sbucciato ed essiccato, venivano consumate dai contadini durante tutto l'anno. Oggi la coltivazione è molto diminuita tuttavia nei boschi del territorio il frutto è presente nella stagione autunnale.

 

BIO

 

AGRICOLTURA INTEGRATA