Singolarmente allungato a Y su due colline a mezzogiorno d'Acqui, Cassinelle ha conservato alcuni tratti del centro storico originario, caratterizzato da case a corte, alcune anche di notevoli dimensioni. 

Buona parte del territorio cassinellese è caratterizzato da una interessante formazione rocciosa denominata "Pietre Verdi", a causa del colore dominante. La formazione di queste pietre arenarie risale al periodo Giurassico-Cretaceo quando si formò l'ossatura della catena appenninica sui fondali di un grande oceano, affiorata successivamente al di sopra della zolla continentale. Per questo in Cassinelle, e soprattutto nell'area del torrente Amione, è possibile trovare fossili di piante, conchiglie e animali vissuti milioni di anni fa. In Valle Fredda a Bandita di Cassinelle, oltre al Rio Meri è presente una grotta denominata “Sg-Barzurera”. La leggenda narra che questa grotta fosse in passato abitata da piccoli banditi chiamati “Sg-Barzoi” che uscivano solo la notte per derubare i banditesi dei loro beni: frumento, granoturco, patate ecc..

Sentieri

Sentiero: Anello di Bandita - Sentiero CAI n. 561(Bandita - Rio Meri - Poggio - Gorrei - Bandita) di km 19.5
http://www.provincia.alessandria.gov.it/sentieri/index.php?whattodo=sentieri&file=galleria&id_sentiero=202
Camminando su di un itineraio ad anello 19.5 km, che si snoda tra prati e boschi di roveri e castagni si arriva a circa 800 metri di altitudine con vedute panoramiche a 360 gradi, veramente mozzafiato.

Sentiero Anello di San Luca – Sentiero Cai n.559 Km 11,01 (Molare –Cassinelle).