Una passeggiata per Denice consente di immergersi in un vero e proprio “Museo a cielo aperto”, come viene ormai chiamato di consuetudine questo Comune. Lungo le strade del paese si trova infatti una esposizione permanente di opere in ceramica realizzate da 63 qualificati artisti contemporanei, oltre a numerose testimonianze del passato.

CHIESA DI SAN LORENZO

Dalle forme semplici e rustiche, conserva il settecentesco altare marmoreo con intarsi policromi prelevato dalla chiesa del castello Del Carretto di Ponti.

La facciata a capanna è inquadrata da due lesene con portale. Inoltre vi è una tela di Eso Peluzzi raffigurante la Vergine con San Domenico e Santa Caterina. Sul lato posteriore, addossato alla canonica, si leva il robusto campanile alla rustica con orologio e cuspide piramidale sorretta da tamburo poligonale.

ORATORIO SAN SEBASTIANO    

E’stato edificato nel 1513  dalla Confraternita di San Carlo: al suo interno una lapide del 1630 ed un documento della visita pastorale del 1648 in cui si dice che i Disciplinati erano 25 più il priore e che seguivano la regola di San Carlo.

Nei dipinti esposti all’interno dell’oratorio si possono ammirare le figure dei Santi Giovanni e Paolo ed un dipinto di San Sebastiano, legato ad un albero e trafitto da frecce, con sullo sfondo l’affresco del paese di Denice.

LA TORRE

Su di un breve rialzo che sovrasta il paese, si erge una Torre a pianta trapezoidale alta 29 metri che domina la Valle Bormida.

L’ingresso originale è ad arco acuto con architrave e una scala interna di cento gradini permette di raggiungere la sommità della Torre: ornata da tre file di archetti a sesto acuto, alternati da cornici a dente di sega, consente di godere uno spettacolo incomparabile.   

IL MUSEO A CIELO APERTO 

Le intriganti e suggestive realizzazioni e ceramiche che si possono ammirare percorrendo le vie e le piazze di Denice cosituiscono il “Museo a cielo aperto”: le opere di 63 artisti contemporanei sono “incastonate” lungo le strade e le testimonianze del passato.

http://www.comunedenice.it/museo/

L’idea del Museo ha preso avvio per rendere omaggio in maniera originale alla memoria della prof.ssa Maria Rosa Testa (“Marò),” grande appassionata d’arte e amica di alcuni degli artisti che per primi si sono detti disponibili a donare i propri lavori. Questa tradizione è stata portata avanti nel tempo fino a giungere alla 5° edizione nel 2015, riscuotendo molto successo e arricchendo il territorio di una nuova attrattiva culturale.

MOSTRA DEI PRESEPI ARTISTICI 

La manifestazione “La Torre e il sogno del Presepe”, giunta ormai alla sua 11ma edizione, è divenuta permanete, esposta nei nuovi locali realizzati dal Comune di Denice. La mostra è un cenacolo di artisti provenienti da tutta Italia che, mantenendosi fedeli alla rappresentazione del tradizionale tema della Natività, interpretano creativamente e con alto valore tecnico-compositivo il presepe.